Amazon, Foorban e Banco Alimentare

Rt 75 V Giornate si allea con Amazon, Foorban e Banco Alimentare contro lo spreco di cibo

La fortuna, è vero, è una ruota che non si ferma mai. Ma la volontà dell’uomo può deviarne la traiettoria ed evitare che, di volta in volta, travolga chi con le sue sole gambe non riesce a schivarla.

Mossa da questa volontà la Round Table 75 Cinque Giornate di Milano si è alleata con Amazon, Foorban, primo ristorante digitale di Milano, e Banco Alimentare per lanciare una campagna contro lo spreco di cibo.

La prima fase dell’iniziativa è focalizzata sul recupero delle eccedenze del concept store Foorban nella sede direzionale italiana di Amazon di Viale Monte Grappa, Milano, dove il food delivery si incarica del servizio di ristorazione aziendale per gli oltre 500 dipendenti dell’azienda.

Più nel dettaglio, il progetto prevede il pick-up, nella sede milanese di Amazon, da parte dei volontari Siticibo, dei pasti Foorban rimasti invenduti immediatamente dopo la fine del servizio: i piatti, cucinati e confezionati freschi su base giornaliera da Foorban, saranno quindi trasportati in una struttura caritativa partner di Banco Alimentare della Lombardia, che si incaricherà dell’effettiva distribuzione del cibo a persone bisognose.

«La sostenibilità è uno dei valori di Foorban, sin dalla nascita dell’azienda», spiegano Stefano Cavaleri, Marco Mottolese e Riccardo Pozzoli, fondatori di Foorban, «cerchiamo costantemente di rendere compatibili le esigenze del business con i principi di responsabilità sociale e alimentare, ottimizzando in questo senso ogni aspetto dei nostri processi, dall’approvvigionamento delle materie prime, alla logistica fino al controllo degli sprechi. Il recupero delle eccedenze del servizio era un tema che ci stava a cuore da molto tempo, e siamo felici di essere riusciti a realizzare la collaborazione con Banco Alimentare, anche grazie alla mediazione della Round Table e alla facilitazione di Amazon. Questo, per noi, è anche un modo di essere presenti sul territorio milanese, di stringere un rapporto di reciprocità con la città in cui lavoriamo».

L’iniziativa andrà avanti per tutto il 2018 e, pur iniziando dal recupero delle eccedenze del concept store realizzato da Foorban in Amazon, costituisce il punto di partenza per un’estensione dell’attività benefica anche alle eccedenze dell’attività di delivery e dei prossimi punti fisici che Foorban ha in programma di aprire entro la fine dell’anno e durante il 2019.

«Siamo felici di essere partner di Foorban per questa iniziativa benefica», spiega Marcello Cosentino, coordinatore per Banco Alimentare di Siticibo Lombardia, «Foorban è il primo esempio di “ristorante digitale”. Questa è per noi l’occasione di confrontarci anche con attività di ristorazione innovative e di collaborare con attori emergenti sul panorama milanese. Dall’altro lato, questa partnership è un modo per consolidare il rapporto tra il Banco Alimentare della Lombardia e Amazon, con cui sono già in essere numerose collaborazioni, come il recupero delle eccedenze dal centro di distribuzione urbano milanese di Amazon Prime Now e dal centro di Castel San Giovanni.»

«Le nostre attività di servizio si concentrano ogni anno su un tema diverso», conclude Andrea Chiloiro, consigliere nazionale della Round Table Italia nell’anno 2017/2018 e oggi membro della Round Table 75 V Giornate di Milano, «abbiamo scelto di focalizzarci sulla battaglia allo spreco di cibo e, proprio in quest’ottica, la Tavola di Milano ha svolto un ruolo attivo da “facilitatore”, coordinando tutte le parti coinvolte, perché si realizzasse la partnership benefica tra Foorban e Banco Alimentare».

Il Bardo di Tavola