La Rt 75 di Milano tra investiture di nuovi Tablers e segrete arti della parola

“Il linguaggio del corpo esercita un potere e un influsso enormi. E’ l’elemento di base di ogni evento comunicativo, dalla semplice esposizione di un’idea, al tentativo di persuadere l’interlocutore o di comprendere ciò che realmente pensa. Usato con coscienza è il veicolo di una comunicazione reale, usato con negligenza è causa di incomprensioni e insuccesso”.

Con queste parole Christian Lalla, giornalista e formatore professionista, ha dato il “La” alla conviviale che la Round Table 75 Milano V Giornate ha dedicato alla comprensione del linguaggio del corpo e alla strategie e ai trucchi per poter comunicare in maniera più efficace con familiari, amici e colleghi di lavoro.

La conviviale è stata anche l’occasione per dare l’investitura a un nuovo Cavaliere della Tavola Rotonda, Marco Marocchi, classe 1990 e partner di Moscova&Partners. Il suo motto è “il vincente trova sempre una strada, il perdente trova sempre una scusa“. Ad accompagnarlo nelle ardue prove iniziatiche è stata la dama dalla dorata chioma, Mattia Nicolò Riganti (alias Gestore dei Materiali, quello che passava al convento). Marocchi, dopo averle superate con onore e coraggio, ha porto la spalla alla spada del Presidente Federico Bonacina e, inginocchiatosi da uomo, si è rialzato da Tabler.

Qui di seguito potete trovare il test delle porte comunicative e un piccolo breviario sul linguaggio non verbale. Usatelo con sapienza, pare abbia un enorme potere, sopratutto sulle donne…