La Round Table 75 di Milano ha un nuovo Presidente

Azione sociale e divertimento, voglia di ripartire alla grande, facendo tesoro degli insegnamenti di questi tempi. Con questo spirito, si è svolto il Passaggio di Consegne tra Francesco Colamartino e Riccardo Arduini alla presidenza della Round Table 75 Milano V Giornate.

Un’atmosfera di armonia e voglia di stare insieme, dopo tempi difficili, nell’iconica cornice di Starbucks in Piazza Cordusio, uno dei simboli di una città, Milano, che sa sempre rialzarsi e reinventarsi.Lo stesso sentire condensato nel nostro motto #adoptadaptimprove.

Un grande in bocca al lupo al nuovo Presidente e a tutta la sua squadra!

Il nuovo Direttivo:

Presidente e I.R.O. – Riccardo Arduini

Vice-Presidente – Mattia Riganti

Past President e Corrispondente – Francesco Colamartino

Segretario – Filippo Comelli

Tesoriere – Federico Caligaris

Gestore dei Materiali – Marco Marocchi

Consigliere delegato ai Grandi Eventi – Savino Russo

Consigliere – Federico Bonacina

Consigliere – Saverio Surace

Il Covid non ci ferma. Tutte le nostre attività da settembre a fine 2020

La pandemia Covid-19, con il suo ottovolante di aperture e chiusure regionali e nazionali, non ha fermato l’attività della Round Table 75 Milano V Giornate. Anzi, l’ha spronata a trovare nuovi linguaggi, forme di comunicazione e di interazione con soci, amici e ospiti.

Apertura dell’anno sociale – 12 settembre

Una giornata ridente e spensierata tra soci e amici, che si è svolta presso Cascina Gaggioli, nella campagna milanese. Iniziata come grigliata “comunitaria” (un po’ difficile da immaginare in tempi di distanziamento sociale), è finita a “gavettoni” tra i presenti. Un epilogo piacevole, viste le temperature impegnative del periodo.

Giornalismo d’impegno sociale: nuove frontiere – 7 ottobre – online

La prima conviviale dell’anno sociale 2020/2021 si è svolta online, nel rispetto delle norme di sicurezza imposte dalla pandemia. I relatori Stefano Arduini, direttore del magazine Vita, e Giuseppe Borello, giornalista d’inchiesta, hanno raccontato un modo di fare informazione che, con la crisi socio-economica provocata dalla pandemia Covid-19, è stato e sarà in prima linea nel fare luce tra le tante ombre di questo momento di portata epocale. E nel dare voce alla grande voglia di ripartire.

Come uscire dalla crisi: il ruolo della comunicazione – 4 novembre – online

La conviviale virtuale è stata dedicate alle strategie messe in atto dal mondo della comunicazione e delle pubbliche relazioni per gestire con i propri clienti l’alternarsi di fasi di pieno lockdown e di timida ripartenza. Gli ospiti relatori sono stati Lelio Alfonso, managing partner a Milano di Comin & Partners, Stefano Ranghieri, direttore marketing di Mapei, Nicola Trombin, direttore commerciale Lombardia dell’A.Manzoni. La serata è stata organizzata in collaborazione con la Round Table 24 di Udine.

“Buon sangue non mente” con Avis Milano – Dal 9 al 15 di novembre

Anche quest’anno, nonostante i momenti difficili causati dal Covid, il service con Avis ci ha visti protagonisti insieme agli altri club Rotaract Milano Duomo, Rotaract Milano, Rotaract Milano Settimo, Rotaract Cremona. Soci e amici sono stati invitati ad andare a donare sangue, nel rispetto delle norme di sicurezza imposte dalla pandemia. La conviviale online per lanciare il service ha visto come ospite relatore Sergio Casartelli, direttore generale di Avis Milano.

Milano e i suoi segreti per la Colletta Alimentare – 25 novembre – online

In occasione della settimana della Colletta Alimentare, abbiamo organizzato il tour virtuale “Milano e i suoi segreti”. L’evento è stato realizzato con il gruppo “Milano in Tour”, che ha coinvolto il pubblico attraverso quiz divertenti. Grazie al ricavato dell’evento, abbiamo donato al Banco Alimentare 560 pasti.

Le città delle stelle – Guido Cossard racconta l’archeoastronomia – 2 dicembre – online

Conosciuta al grande pubblico per gli allineamenti astrali delle Piramidi, Stonehenge e dei luoghi di culto Maya (per citare solo alcuni esempi), l’Archeoastronomia riserva sorprese affascinati anche in Italia. Abbiamo invitato soci e amici a scoprirle con un ospite d’eccezione: Guido Cossard, fisico, presidente dell’Associazione Ricerche e Studi di Archeoastronomia Valdostana e autore di svariati libri sull’archeoastronomia. Nel 2005 la International Astronomical Union gli ha dedicato il pianetino (4993)1983 GR, che da allora si chiama Cossard. In occasione dell’evento abbiamo promosso insieme alla Round Table Italia la raccolta fondi per il progetto “Mare Pulito”, finalizzato all’acquisto di “Sea Bins”.

E non ci fermeremo di certo qui…

La Rt 75 V Giornate in viaggio tra Pisa, Ascona, Torino e Val di Magra

 

Parsifal viaggiò alla ricerca del Graal, al suo fianco Galaad con il padre Lancillotto, che mai si sarebbe fermato pur di liberare la sua amata e proibita Ginevra. E i nuovi “Cavalieri della Tavola Rotonda” della Round Table 75 “Cinque Giornate” di Milano? Anche loro viaggiano, per scoprire e portare con sé, ogni volta di più, il vero spirito di amicizia e di servizio, che li unisce a centinaia di migliaia di Tablers in Italia e nel mondo.

Ed è così che la Tavola, nel suo peregrinare estivo, ha ritrovato questo spirito tra Pisa, Ascona, Torino e la Val di Magra.

All’insegna della goliardia, tratto distintivo delle contrade toscane, i festeggiamenti per i 20 anni della Round Table 57 di Pisa si sono svolti, il 16 giugno scorso, nell’ipnotica cornice della Luminaria di San Ranieri, dove 100.000 lumini rischiarano chiese, palazzi e torri nella notte e fuochi d’artificio illuminano di giorno la volta stellata sopra il fiume Arno.

Tra la presentazione di un service della Tavola di Pisa e il ricordo dei momenti più divertenti ed emozionanti del suo anno sociale, la Round Table 75 “Cinque Giornate” di Milano e la Round Table 5 di Torino hanno “preso in prestito” di soppiatto, sgattaiolando tra i corridoi del ristorante che un tempo fu un rinomato cinema cittadino, lo stendardo della Tavola di Pisa.

E’ una burla, certo, ma in essa si condensa il vero spirito della Round Table: quello del viaggio e del dono. La Tavola che ha “preso in prestito” un cimelio di un’altra le fa pervenire una “richiesta di riscatto”, che altro non è che uno stratagemma affinché i due club si incontrino di nuovo, si scambino doni e ospitalità e saldino ancora di più i loro legami di amicizia, in un clima di fraterna allegria.

Il giorno successivo la festa di è spostata sul litorale di Marina di Pisa, in una fresca terrazza sul mare, dove si è celebrato il Passaggio di Consegne della V Zona e delle Tavole di Pontedera e Livorno, mentre nel dolce e dorato torpore di un pomeriggio d’estate (e di qualche bicchiere di buon vino bianco) un bagno nella luce del tramonto ha atteso fino alla fine che vecchi e nuovi Tablers cedessero al suo richiamo. Per la Round Table 75 “Cinque Giornate” è stata anche l’occasione per riabbracciare la Tavola “Madrina” di Napoli, quella da cui ha ricevuto l’ “investitura” con la consegna della Carta di Fondazione nel dicembre dello scorso anno.

Da litorale Pisano, la Round Table 75 “Cinque Giornate” si è ritrovata sulle rive ticinesi del Lago Maggiore, ad Ascona, insieme alle Tavole di Lugano, Locarno e Bellinzona. Qui, sulle note del celebre festival JazzAscona, le dame amiche della Round Table hanno dato vita al Ladies Circle Ticino.

E, sempre in compagnia degli amici di Locarno, la Round Table 75 “Cinque Giornate di Milano” è stata ospite della Round Table 5 di Torino nell’elegante cornice del Royal Club, dove ha avuto il privilegio di assistere a uno degli eventi più emozionanti della vita di una Tavola: l’ingresso di tre nuovi soci. Il momento è stato suggellato da un brindisi con liquori tipici del capoluogo piemontese, disposti a cerchio sulla “tavola rotonda dell’amicizia” recata in dono dalla Round Table 36 di Locarno a quella di Torino, con cui è gemellata.

Per concludere il peregrinare estivo, in attesa dell’aperitivo di saluti dell’11 di luglio (che si terrà sul rooftop dell’Hotel LaGare a Milano), la Tavola 75 del capoluogo lombardo ha fatto di nuovo tappa in Toscana, a Marina di Carrara, per la “Lardata” della Round Table 53 Carrara-Val di Magra,  con la partecipazione degli amici delle Tavole 53 di Paesi Bassi, Danimarca, Finlandia. L’evento (durante il quale si è svolta anche l’Assemblea di V Zona) è dedicato alla continua riscoperta e celebrazione dell’eccellenza gastronomica del luogo, il Lardo di Colonnata, perché la Round Table è grata alle terre che l’hanno cullata e cresciuta.

Dopo tanto peregrinare, la Round Table 75 “Cinque Giornate” di Milano si concede un po’ di riposo, ma senza andare in letargo. A settembre tornerà con un bagaglio di nuove idee e progetti, pronta per altre avventure da raccontare, luoghi inediti e Tavole da scoprire e nuove pagine della sua vita da scrivere.

Il Bardo di Tavola